venerdì 4 giugno 2010

Un blog che vuole «sperimentare» nuove strade

FERMARSI UN PO’? CAMBIARE ROTTA?
Sono le domande che da un po’ di tempo ci stiamo scambiando all’interno del gruppetto che si interessa di «Altra Tradate». Gli impegni di ognuno di noi aumentano per il lavoro; qualcuno ha messo su famiglia; non possiamo lasciare tutto il peso a uno piuttosto che ad un altro.

A noi interessa che con il blog aumenti la capacità di comprendere quello che accade e di scegliere - con i lettori - la migliore soluzione per la collettività.

Gli accessi a queste pagine continuano ad essere molto forti, ma a noi interessa INTERAGIRE!

Non ricaviamo alcun profitto commerciale dalla notorietà del blog.
Anzi, il maggior numero di accessi ci ha posto una serie di problemi organizzativi pesanti.

Ultimamente dobbiamo addirittura respingere decine e decine di comunicati stampa, di notizie su eventi, perchè in troppi ci scambiano per una testata on line. Non lo siamo e non lo abbiamo mai voluto essere, anche se tra di noi c’è più di un giornalista, di quelli veramente iscritti all’albo professionale (!!!).

Ma il tempo è tiranno. Gli interessi dei singoli si spostano e mutano.

Che cosa fare?

Piuttosto che andare avanti «stiracchiati» facendo un collage di pezzi vari, preferiamo «ripensare» la nostra strada. Stiamo valutando quale.

Nel frattempo la rete è libera e c'è spazio per tutti. Quindi AVANTI!

L'idea per un blog a Tradate, ve lo garantiamo, può funzionare: questo ha funzionato molto bene.

Abbiamo rotto tanto le balle e siamo felici!

Piuttosto che finire dimenticati, sospendiamo oggi, "all'apice del successo", mentre molte, moltissime delle nostre previsioni sul malgoverno della città si sono già avverate o stanno per avverarsi.
Tra poco (lo vedrete) non ci sarà più nulla di cui parlare: è quasi certo!

Sia chiaro: non abbandoniamo la nave, ma stiamo cambiando rotta.

E se qualcuno «ci rompesse» anche in tale nostro momento di ripensamento, molto velocemente torneremo sulle nostre orme e «meneremo fendenti» con la penna, non con la clava.

A rileggervi!

46 commenti:

Altra Tradate ha detto...

L'immagine è quella del mitico Steve McQueen tratta da una scena de "La Grande Fuga" (1963).

Ci piace il film, ci piace quella scena...!!!

Buona serata!

AT

Pungulus ha detto...

Ehi voi e io allora dove cacchio scriverò?

Anonimo ha detto...

Beh che dire, non è che si capisce molto: valutate nuove strade(quali?) sospendete(per sempre, per un po')?Cercate nuovi collaboratori?
Sarebbe un peccato che chiudeste, mancherebbe l'unico punto di dissenso a Tradate, visto che se aspettiamo quelli dell'opposizione... campa cavallo!

Anonimo ha detto...

Che dire... sapremo le novità dai/lle giornalisti/e imparentati/e con gli alti papaveri tradatesi !!!
E di questo Vi riterrò responsabili :)

Patrick ha detto...

Ogni cosa ha un suo inizio e una sua fine, anche la vita delle persone, per cui non deve stupire più di tanto se anche per un blog arrivi il momento di dare l'addio ai suoi lettori. So che a decine e decine di persone questo dispiacerà, ma l’Altra TRADATE ha deciso di terminare qui le sue pubblicazioni. Il sito è stato ideato per offrire, a tutti coloro che AMANO VERAMENTE TRADATE, la nostra città e i suoi dintorni, un luogo sul web dove incontrarsi, informarsi, discutere liberamente. Probabilmente pare di capire che un giorno L’ALTRA TRADATE tornerà online con una forma diversa, forse non avrà più un blog, ma offrirà dei servizi diversi, delle nuove sezioni, sempre al passo con i tempi. Proprio per questo spero tanto che questo sia un arrivederci e non un addio. Ma le nuove tecnologie corrono così velocemente che nessuno di noi immagino possa dire adesso come sarà il web tra sei mesi o un anno. In ogni caso saranno necessarie nuove idee, nuove energie, nuovi contributi .Magari in autunno ci ritroveremo.Che questa estate sia il preludio di una nuova rinascita, di nuove energie, di una nuova vita , forse anche per L’Altra Tradate C'è sempre un momento nella vita in cui alcune persone ne escono, e ricostruire a posteriori il come e il perché è praticamente impossibile. Altre volte invece lo vedi succedere e ti senti come costretta a una sciocca contabilità delle mancanze, delle disistime, delle perdite di sintonia, finché il peso della somma diventa intollerabile e non puoi che prenderne atto. Io ho sempre chiamato questo momento il "clic". A differenze di molte persone non riesco a far passare il clic sotto silenzio, a sorridere come se niente fosse e a semplicemente diradare le frequentazioni, preferisco dichiarare il decesso. Prima di salutare volevo semplicemente dire ad ANONIMO che ritengo ingiusta la segnalazione dell’indifferenza nella minoranza a segnalare le problematiche, io non farei di tutta l’erba un fascio e così con l’occasione ringrazio PINO SCRIVO che ha veramente lavorato assiduamente e approfondito tutti gli argomenti senza essere mai banale e superficiale nelle proprie analisi.

Sono sicura ci rivedremo presto, Buona estate a tutti i lettori e un arrivederci a L’ALTRA TRADATE !

Annarita

annarita s. ha detto...

L'altra tradate, non so cosa sia successo ma io non sono patrick ma annarita. Grazie

Anonimo ha detto...

Si certo, adesso se va bene leggeremo ogni 2 o 3 settimane 4 righe di Scrivio sui giornali locali, non di più

ilgeniodelvillaggio ha detto...

Devo dirlo, purtroppo, questo suona più un addio che un arrivederci. E temo sia il segnale di una sconfitta. Se tutto quello che è stato denunciato non è bastato a far cacciare la gang ---------- che ormai domina non solo Tradate ma anche la Provincia, se le evidenze degli scandali Fornace e Seprio non hanno smosso la Procura dal suo beato sonno, non c'è speranza. Tradate NON potrà essere una città migliore, perchè ha perso il buon senso, o meglio, lo ha venduto da tempo ai suoi pessimi amministratori, in cambio di metri cubi.

Rom ha detto...

Scrivo un commento, lo rileggo e mi sembra un necrologio.
Lo cancello, ci riprovo e... sensazione di sconfitta.
Allora...
Ciao L'ALTRA TRADATE, e grazie!!

Rom

la_notte ha detto...

E quindi? Chiudete? Non chiudete? Cambiate forma? Catarsi? Metamorfosi?
:-(

Anonimo ha detto...

Gentile Annarita, credo che l'affermazione "ogni cosa ha un suo inzio e una sua fine" sia un pò esagerata.
Ci sono, ad esempio, capolavori dell'arte (pittura, scultura, letteratura, architettura) che honno sicuramente una inizio, ma di cui non credo si possa intravvedere una fine; ci sono aziende e società (industriali e commerciali) la cui storia centenaria dimostra, quantomeno, che la fine non debba essere necessariamente prossima; e si potrebbe continuare con altri esempi (l'eternità di alcuni politici, ad esempio).
E' senz'altro legittima la volontà, per i creatori del blog, di prendersi una pausa di riflessione, ma, sinceramente, da un parte non si comprene bene se questa è solo una pausa o una fine; dal'altra neanche si comprende verso quali nuovi orizzonti si vorrebbe andare.
Un pò più di chiarezza non avrebbe guastato ed avrebbe dimostrato, anche, un maggior rispetto verso tutti quelli che questo blog hanno contribuito a far diventare il successo che è diventato.
In qualche modo i creatori del blog si sono assunti, loro malgrado, (oggi si direbbe "a loro insaputa") un obbligo nei confronti di chi questo blog ha contribuito a far diventare importante ed anche capace di incidere (qualche volta) nelle coscienze dei suoi frequentatori.
Ora non può lascirli orfani all'improvviso, senza la speranza che ci si possa ancora ritrovare a dibattere, confrontare (anche aspramente) e, contemporaneamente, crescere insieme.

Altra Tradate ha detto...

all' ultimo ANONIMO

Noi non siamo una azienda nè un'opera d'arte, ma siamo semplicemente delle persone, accomunate da alcuni interessi. Uno di questi è ALTRATRADATE.
Che ci costa moltissimo tempo e moltissima fatica.

Non siamo una testata giornalistica «on line», per pubblicare quello che gli altri non pubblicano.
O pubblicano poco!

A noi interessa INTERAGIRE CON VOI.
Avere 450 ingressi giornalieri con permanenza media di 4.27 minuti, e trovare - a volte - solo due commenti, a noi NON INTERESSA.

Se voi non interagite...

Se voi non dite la vostra (non solo quando c'è da prender atto che il figlio del Bossi negli studi è un asino o che Candiani fa una gaffe dietro l'altra o che il PdL a tradate è alla frutta), ebbene a noi questo NON interessa.

Ci sono stati spunti (i cosiddetti POST) importantissimi che non hanno avuto un solo commento, mentre decine di commenti arrivano se c'è da mettere qualcuno alla gogna.
Questo modo è da noi combattuto! Lo lasciamo ad altri!

Vale la pena per noi - che non siamo pagati da alcun editore o partito - continuare a pubblicare?

Noi vogliamo anche il vostro impegno, che sarebbe l'unico modo per farci tornare sui nostri passi.

In caso contrario è legittimo ripensare a nuove strade.

Caro ANONIMO, non puoi scrivere «un pò più di chiarezza non avrebbe guastato ed avrebbe dimostrato, anche, un maggior rispetto verso tutti quelli che questo blog hanno contribuito a far diventare il successo che è diventato».
E' assolutamente ingeneroso, caro ANONIMO, perchè noi rispettiamo proprio tutti e chiediamo rispetto!

E poi e ancora: possibile che molti non hanno ancora imparato a darsi ALMENO un nome di battaglia, per poter individuare i personaggi nella loro logica?
Comunque grazie!!! ;-)

Scriveteci.
Vi leggiamo con molta attenzione:

Altra Tradate ha detto...

ABBIAMO RICEVUTO IN MAIL e qui pubblichiamo:

Ciao AT,
Ho letto della vostra "pausa di riflessione". Da un lato vi capisco perche' i vostri impegni di lavoro e di famiglia, sono anche gli stessi impegni della gente che, come noi, fa politica nel tempo libero, uscendo alla sera quando preferirebbe stare a casa e riposarsi, che distribuisce i giornalini casa per casa nel fine settimana, che frigge le patatine proprio per poter stampare in proprio e diffondere un'informazione alternativa.
Le vostre alte motivazioni per il bene della citta' sono anche quelle di chi non trae profitto economico dal suo impegno politico, ma al massimo ci rimette del proprio, perche' pensa ancora la Politica come volontariato (almeno ai livelli di una citta' come Tradate).
Il vostro entusiasmo e' lo stesso dei giovani che decidono di esporsi verso i propri coetanei e di togliere tempo ai divertimenti perche' c'e' qualcosa di piu' grande in cui credere.
Beh, se da un lato vi capisco, dall'altro sono un po' dispiaciuto perche' tra di noi c'e' sempre stata attenzione e rispetto reciproco, ciascuno nelle proprie competenze. E' un peccato perdere un'altra voce fuori dal coro…

Spero' pero' di vedervi presto rinati, come l'araba fenice, e magari alleati in futuro per un impegno comune per il bene della citta' che tutti noi amiamo…

A presto,
Andrea Botta

PS: colgo l'occasione, prima del vostro arrivederci, di lasciarvi l'ultimo numero del giornalino del PD. Numero che ci e' costato non poco impagno e fatica e che vorremmo condividere con voi...

barista ha detto...

un altro blog è stato chiuso, quasi subito...scomparso anche dagli idirizzi della rete, come è scomparso i partito: il blog PDL giovani di Tr5adate!
chiedete ai loro capi!
ALTRAtrdate dovete RITORNARE IN CAMPO!

hope ha detto...

@anonimo:
fatti un blog! guarda sarò il primo a venire a frequentarlo!

il successo di altra tradate - sia BEN CHIARO!!!! - è stato soprattutto dovuto alla tenacia, al tempo, alla costanza e alla passione delle persone che per 3 anni, tutti i giorni (guarda quanti post!!!!!) hanno lavorato e creduto in questo blog. ci sono cicli storici: nella vita delle persone, delle società, delle aziende, delle culture e delle comunità. è importante capirlo, di eterno c'è altro, non un blog! ;-)

il commento di altra tradate è stato molto chiaro. non c'è altro da spiegare e tantomeno dobbiamo farci esami di coscienza!!! ci mancherebbe proprio noi che ci siamo fatti il culo per 3 anni!!!

ci sono mille diversi atteggiamenti che dopo un po' ci hanno "smaronato"...stop!

per conto mio non ho rimpianti. forse in tanti da oggi avranno rimpianti...

buona giornata

ex-lettore ;-) ha detto...

forse la gente crede che le cose piovano dal cielo...
mi viene da dire "tutti sono blogger...cocculodeglialtri"

spiace certamente, ma vi ho capiti!

grazie comunque

ciao

EMMEZETA ha detto...

Peccato!Per un paio d'anni una voce"fuori dal coro",libera e pulita ha combattuto con la forza dell'informazione il malgoverno locale.Grazie,e,spero arriverci. EMMEZETA

Antani ha detto...

Sapete cosa mi fa arrabbiare? Penso al prossimo editoriale dell'informatore comunale, dove si scrivera' che le "forze del bene" hanno vinto la battaglia contro gli "ominicchi" di internet...

Questo mi rende davvero triste...

Mauro Prestinoni ha detto...

Sorpreso e un po' amareggiato. Questa è la mia sensazione di fronte alla scelta di AT. Ci ho scritto un po' anche io con alcuni post e qualche commento. Una bella piazza dove dire la propria. Capisco la stanchezza e la difficoltà.
E, per dirla alla Tremonti: "Provare a tagliare?" Ad esempio un post al giorno e solo per Tradate? Non me ne vogliano i Comuni limitrofi...!

jDT ha detto...

@antani

suggerisci pure!!??!! ;-)

ma che scrivano quello che vogliono quegli "ominicchi e quaquaraquà"...che leggono platone, wittgenstein, kierkegaard e sciascia....

ahahahahahahahaahahahahaha

chi scrive per conto di altri dovrebbe alle volte aver il buon senso di non esagerare con le citazioni...perché qualcuno al massimo può citare totti! ;-)

eddai antani su con la vita che è estate!

Giorgio ha detto...

a JTD

commento esilarante il tuo.
Mi hai preceduto.
Figuratevi che quello fa citazioni anche latine altrove, parlando di Craxi che lui lo vedeva con il telescopio.
Quella che gli scrive i pezzi (lo stile è di una donna, vi assicuro) non è molto intelligente: non si possono mettere in bocca a certe persone certe citazioni!!

Anonimo ha detto...

"Se voi non dite la vostra (non solo quando c'è da prender atto che il figlio del Bossi negli studi è un asino o che Candiani fa una gaffe dietro l'altra o che il PdL a tradate è alla frutta), ebbene a noi questo NON interessa."

Scusate eh AltraTradate, ma quali sarebbero i post con zero commenti? Nella prima pagina c'è un post sulla Lega a Vedano a zero, ma non è Tradate, uno sulla crisi mondiale con un commento, ma non è Tradate, il Judo a Tradate con zero commenti (ma chè c'è da commentare?), una partita di calcio 2 volte e 2 commenti..., le Dolci evasioni a Busto (zero commenti)..., le riflessioni sull'Amore con zero commenti.... Quella di Renzo Bossi solo 2 commenti, mica 2000 e mi fermo qui. Cioè si commenta su quello che interessa: sprechi, malgoverno soprattutto a Tradate, se volete chiudere non date la colpa a noi che non interagiamo per favore, se volete parlare di politica nazionale internazionale fatelo pure ma il blog si chiamava AltraTradate, non arrampicatevi sui vetri per trovare giustificazioni che non esistono.

E poi cosa vuol dire che si commenta solo quando c'è da mettere qualcuno alla gogna? Ma li vedete i VOSTRI TITOLI? ve ne leggo qualcuno:
MA CHE SI DIMETTA CANDIANI!
MANDATELO A CASA!

CON LA LEGGE FINANZIARIA
LOR SIGNORI... SI SALVANO LA FACCIA!
MA I CONTI SONO CONTI!
E A PAGARE SAREMO NOI

Il Tricolore? Solo per farsi bello e per fare scena

eccetera

Non sono titoli provocatori ? E poi a voi questo non interessa e vi indignate se noi li commentiamo...
Ma per favore, vi ho rispettato ma adesso rispettate noi e non prendeteci per il naso

Anonimo ha detto...

Gentile AT, se mai ho urtato la vostra suscettibilità, vi assicuro che non era nelle mie intenzioni e me ne scuso.
Al contrario, le mie volevano essere critiche di incoraggiamento a continuare.
Non vi è dubbio che il successo di AT vi rende, in qualche modo, responsabili nei confronti delle attese di chi vi ha seguito con attenzione e passione.
Per quanto riguarda l’anonimo: ho tentato di registrarmi, ma per le mie scarse conoscenze non ci sono riuscito e, pur partecipando come anonimo, l’ho sempre fatto con educazione e rispetto, provando anche a fare qualche proposta, come la class action in occasione dell’iva sulla tassa rifiuti.

Gentile hope, se avessi la capacità di fare un blog ti assicuro che l’avrei già fatto, ma non ho le conoscenze tecniche per costruirne uno almeno decente.
Inoltre, è senz’altro vero che il successo di AT sia il frutto della tenacia, del lavoro, del tempo di chi il blog lo ha costruito e implementato tutti i giorni, ma è altrettanto vero (ed è ingeneroso non riconoscerlo) che almeno un po’ di merito va anche a tutti quelli che il blog lo hanno letto, vi hanno partecipato ed hanno contribuito a renderlo una voce autorevole nell’ambito del tradatese e non solo.
Mi pare lapalissiano affermare che se se nessuno lo avesse letto prima, ora non ci sarebbe una discussione, anche appassionata, sul suo possibile futuro.

Altra Tradate ha detto...

Ragazzi lasciamoci così allora: buone vacanze!

Così evitiamo di cercare spiegazioni, giustificazioni, meriti, rimproveri, diritti, doveri, oneri e onori.

Il blog chiude! motivazioni? Le nostre. Le abbiamo condivise: non vi vanno bene? Vi infastidiscono? Non le ritenete vere o giuste? La decisione nostra si basa, comunque, su questi motivi. Abbiamo discusso e non poco...

Per massima trasparenza - come di consueto - continueremo a pubblicare eventuali vostri commenti.

Vi ringraziamo per stima e affetto, ma la decisione è stata presa.

Ciao

da "quelli" di altra tradate

Andrea B. ha detto...

Cari amici di AT,
Spero che le nostre strade tornino ad incrociarsi. E' certamente faticoso portare avanti un impegno come quello del blog, ma e' importante unire le forze (anche le poche rimaste) per costruire comunque un'altra Tradate.

Nel blog, oltre che idee ed opinioni, confluivano anche competenze e professionalita'. Bene, Tradate ha bisogno anche di voi e, se pensate ci sia modo di farle collaborare insieme in un modo diverso dal blog, in un modo in cui la "fatica" sia condivisa su piu' spalle… troviamoci, conosciamoci, diamoci un aiuto a vicenda.

Io ad un'altra Tradate ci credo ancora…

Buen camino!

GIANLUIGI MARGUTTI ha detto...

Un po' a tutti voi che avete scritto...

Sono uno di quelli che attivamente hanno collaborato ad AltraTradate con pezzi firmati e con proposte concrete.
Uno dei vari, non l'unico.

Capisco la fatica di tirare il carretto, per chi tutti i giorni deve sfornare qualche post o deve valutare che cosa mettere e che cosa omettere (decine di comunicati stampa, mi dicono, su attività varie e sconosciute, anche).

Un giornale ha i lettori che lo comperano.
Un blog ha i frequentatori che lo leggono.
Il giornale non è interattivo.
Il blog sì.

Pertanto un blog è stimolante, se c'è interazione.
E' chiarissimo.

Interazione significa anche partecipare nei momenti che il blog segnala... ad esempio alle sedute del consiglio comunale di Tradate, dove parla solo il Sindaco (parla e straparla) e nessun altro (quasi sempre così) della maggioranza.
La minoranza viene spesso derisa e costantemente provocata.
Come ieri sera; minacciano anche querele (di solito fatte a spese del Comune, non di tasca propria... così a me risulta).
Provare per credere.

Avete a cuore Tradate?
Venite alle sedute del Consiglio Comunale e senza bisogno del blog ne ricaverete una diretta sensazione.
Altrimenti sembra che ciò che appare scritto in questo blog è fantasia.

Dovevate essere presenti ieri sera per vedere come hanno fatto carta straccia di una petizione FIRMATA DA VOI TRADATESI con oltre mille ferme, quella su ZERO CONSUMO SUOLO.

E il sindaco ha votato contro; lui che strumentalmente - per andare sulla stampa - la aveva firmata!!!. Un sindaco che è come il comico TAFAZZI, perchè vota contro a sè stesso, come Tafazzi si percuoteva da solo le palle! ;-)

Cominciate a frequentare un po' il Consiglio Comunale...
Poi vedremo come continuare, caso mai con un altro blog se questi di Altra Tradate proprio non ne vogliono più sapere.
Io sarò disponibile.

Muoviamoci cari amici!
Grazie

Gianluigi Margutti

ex-lettore ;-) ha detto...

dopo la lettura dei nuovi commenti ribadisco: tutti sono blogger "cocculodejaltri" ;-)

buone giornata

Anonimo ha detto...

Sono l’anonimo del 7 giugno 12,03 e 21,39
E se si promuovesse una iniziativa pubblica dove confrontarsi civilmente e raccogliere suggerimenti o collaborazioni (se il peso e il tempo per gestire il blog è uno dei motivi)?

_l'idraulico_ ha detto...

promuovetela che arriviamo a commentare...;-)

un dato che può far riflettere (anche quelli che si mettono a contare i commenti...solo in home-page, però!!!): sono stati scritti 1500 post, non male!!!!! grazie per chi ha letto...e grazie soprattutto (!!!!!) per chi ha scritto!!!!

buona serata

Un BLOG per Castiglione ha detto...

A nome di «Un BLOG per Castiglione» Vi ringraziamo per il lavoro svolto.
Sappiamo bene quanti e quali sono i problemi nel tenere un blog a livelli interessanti.
Chi critica le Vostre scelte è solo inconsapevole del lavoro necessario.
La nostra partecipazione nel commentare è stata spesso anonima per evitare l'idea di utilizzare il Vostro blog per farci pubblicità.
Indipendentemente dai contenuti e dalla "forma" dei post, sicurmante Tradate perde una voce importante.
Nella speranza di ritrovarVi, magari in una veste nuova, Vi auguriamo una serena estate.
Lista Civica "Una Mano per Castiglione"

Antani ha detto...

Altratradate ha avuto un idubbio merito: far emergere un sentimento civile e delle persone che, pur magari non partecipando ai consigli comunali (come dice Margutti) o alla politica attiva, si interessano della propria citta'.

Se (comprensibilmente) i gestori del blog hanno oggi altri impegni e priorita', tuttavia si dovrebbe trovare il modo perche' queste forze non si disperdano ma siano utili alla citta', anche in vista delle prossime elezioni...

Francesco Liparoti ha detto...

Proviamo a Trovarci

Ciao,
Ha ragione Gianluigi Margutti quando sostiene che un blog ha i suoi lettori e commentatori...Un blog è vivo se viene "vissuto"...
Confesso che nell'ultimo periodo per vari motivi ho "commentato" poco...
Certo che se Altratradate dovesse venire meno come pare, verrebbe meno a Tradate e non solo una voce autorevole di fare in/formazione!
Ecco quando nacque io salutai così e cioè vedevo in Altratradate lo strumento di fare in/formazione! Dai commenti che sento in giro ha centrato l'obiettivo!
E' diventata, è stata un Agorà...un luogo dove potersi confrontare... dover poter esprimere le propie opinioni...
Vedete una volta c'erano le sezioni dei partito che avevvano anxhe questo scopo cioè di informare, educare, far crescere i cittadini ...oggi questa funzione viene svolta dai blog come Altratradate ed per questo che NON deve chiudere!
troviamo altre vie se è diventato pesante e proverei proprio da uno degli ultimi commenti e cioè
Perchè non ci ritroviamo e ne parliamo in modo pubblico tutti assieme e chissà che non venga fuori qualcosa di interessante per arrivare a costituire un associazione, un movimento qualcosa insomma di organizzato che continui nell'opera tracciata da Altratradate?

Proviamoci...

Grazie a L'altratradate
Ciao a tutti
Francesco Liparoti

Ex-cc ha detto...

Un commento su quanto successo durante il consiglio comunale...

purtroppo non ero presente ma da quanto mi è stato riferito e pubblicato sulla stampa è evidente che il Sindaco è andato parecchio sopra le righe di quello che è un civile confronto o anche un civile scontro...
Non è la prima volta che succede con questo Sindaco il quale probabilmente dimentica di essere il primo cittadino e che deve salvaguardare la figura istituzionale del Sindaco.

Una volta quando si parlava del Sindaco si pensava ad una figura autorevole ad una figura che quando parlava bisognava ascoltarlo, da quando governa la Lega purtroppo sono riusciti a demolire, nell'immaginario collettivo, anche la figura del Sindaco...

Il Sindaco deve rispondere di quello cha fa a tutti i cittadini e quindi al consiglio comunale anche e soprattutto ai consiglieri di minoranza!

Deve rispettare tutti se vuole essere rispettato...ma questo è un concetto che fa fatica ad entrare nella testa dei leghisti i quali sono convinti di "comandare" piuttosti che di "amministrare"...
Ecco quando avranno imparato la differenza che c'è tra questi due verbi forse non assisteremo a scene poco edificanti come quelle dell'altra sera in consiglio comunale....

INFO ha detto...

Ehi non facciamo scherzi!
me l'hanno detto che volevate chiudere ed io non ci volevo credere...oggi finalmente mi sono collegato e dopo aver letto il vostro "editoriale" ma soprattutto i commenti sono convinto che non succederà!
Siete troppo importanti per l'informazione tradatese...
Se non ci sarete dove attingerò le info?

EMMEZETA ha detto...

Proviamo a trovarci! Anche io mi unisco all'appello di Francesco Liparoti. ALTRATRADATE NON DEVE CHIUDERE.Un incontro pubblico, perchè, si sa, ...."da cosa nasce cosa"e chissà che anche a Tradate non ci sia un "risveglio delle coscienze".Il Senato ha appena approvato la legge"bavaglio"sulle intercettezioni,...il Premier parla della Costituzione come di un "inferno"per lui che deve governare,....e svuota il Parlamento di ogni prerogativa con i voti di fiducia mentre l'ANPI chiama alla mobilitazione.La disoccupazione aumenta e Marchionne dice "o così,o....così" mentre il sindacato è incredibilmente diviso.....e i lavoratori non "ci capiscono più niente"tra "diritti cancellati e "doveri"in aumento" con salari sempre inadeguati.Per questo c'è "bisogno come non mai" di tante ALTRATRADATE e il vostro blog in questo è stato straordinario.Un punto di incontro tra tante anime che in comune hanno quell'idea di libertà che tanto fastidio dà ai "manovratori",siano essi i Candiani o i Berlusconi di turno che impediranno sempre ai fascismi vecchi e nuovi di "passare".Un saluto a tutti. EMMEZETA.

Enrico Vizza ha detto...

Io condivido quanto scritto dal Dott. Gianluigi Margutti.
Chi come lui ha fatto e fa tutt' ora politica, sa benissimo cosa vuol dire governare e fare opposizione, ma sopratutto conosce bene l' ABC della politica.
Chiariamo, la politica di governo nelle istituzioni non la politica di affari e degli interessi personali di pochi ma costano al sistema paese...chiaro.

Un blog come altra tradate per la verità ha stimolato moltissimo le persone a parlare e dire il proprio parere.
Io personalmente ho seguito e commentato e firmato su alcune pubblicazioni.
Non ho mai avuto paura a dire come la pensavo o come la penso, sui blog, sui giornali e al pubblico.
Condivido con Margutti quando dice che occorre che la gente partecipi di più alla politica locale, attraverso i consigli comunali, incontri assemble a approfondimenti, che aiutano a capire il valore del voto in cabina elettorale.
L'elettore, il cittadino hanno un potere, quello di decidre chi li deve governare.
Il politico non può decidere per l'elettore solo con lo spot elettorale.
Io ti giudico e se posso di rimuovo dall'incarico di cui ti ho investito...,chiaro.
Buon lavoro e complimenti per il grande lavoro che altra tradate ha saputo svolgere e sopratutto il coraggio di dire come la pensa e di tenere sempre aggiornato il blog.
Se non fosse per gli incarichi di lavoro che svolgo, avrei proposto una versione di altra tradate 2..,non ho mai avuto paura di dare spazio alla gente e al commento che ognuno esprime.
A presto
Enrico Vizza

Altra Tradate ha detto...

Grazie per la comprensione.
Ma ora tocca a voi.
Fate assemblee, fate incontri, muovetevi pure, avvisandovi da qui.
Unitevi e poi vedremo.
Potremmo anche regalarvi il blog, no? vale molto, (molti euro) ma se vale la pena ve lo REGALIAMO ed eventualmente vi daremo una mano.
Il primo passo a voi!
Solo così, con la fatica, si diventa grandi.
Non diciamo mai: «Armiamoci e partite»! Chiaro?
Chi propone, lo ringraziamo, ma si faccia carico della trasformazione.
Buon pomeriggio e ancora grazie a tutti!

Sappiamo anche che nel Palazzo sono contenti.... ride bene chi ride ultimo.
Vedrete!

Anonimo ha detto...

Scusate io non sono pratico di socialnetwork o come caspita si chiamano, ma visto che va di moda FACEBOOK e che tutti ormai sono iscritti, non si potrebbe fare su qui un gruppo ? Non so come viene gestito, lascio agli esperti le spiegazioni, Avremmo anche molta più visibilità, e poi chi vuole si iscrive con il suo nome e cognome e chi preferisce rimanere anonino si iscrive con un nome fittizio.

Pino ha detto...

Ma dove scriverò che il Sindaco Candiani , dopo aver bestemmiato durante una passata seduta pubblica, questa volta, in Consiglio Comunale, mi ha "soltanto" mandato a ....re?
Dove scriverò che la manutenzione della pista da ghiaccio costa soltanto 35.000 euro ma ne incassa meno di 5000? Dove scriverò che per anni ci hanno sbeffeggiato sul "controllo analogo" ed oggi tutti sono preoccupati a far passare il messaggio che il controllo analogo esiste ed è operante? Dove scriverò che per far passare questo concetto qualcuno in commissione ha anche forzato la lingua italiana?

Anonimo ha detto...

Sono sempre l’anonimo del 7 giugno 12,03 e 21,39 e che perprimo ha suggerito la possibilità di un incontro pubblico.
Nonsono di Tradate e non saprei dove organizzarlo e quando, ma chi è favorevole potrebbe incominciare a dare da subito la propria disponibilità (quì sul blog) per una data e orario e suggerendo un luogo dove farla (magari verificando la richiesta di permessi e quant'altro).
Io dò lamia diponibilità in qualunque giorno e qualunque orario.
Va da sè che, nel caso in cui questa cosa si potesse organizzare, i promotori del blog dovrebbero assicurare la propria partecpazione.

Altra Tradate ha detto...

all'ultimo ANONIMO

organizzate
fate pure.
Noi potremo darvi in seguito collaborazioni di altro tipo.
Abbiamo già dato, scusate!
Se organizzate, ci sarà probabilmente qualcuno di noi, ma a titolo personale.

Anonimo ha detto...

leggo sulla Provincia di Varese che il nostro caro CERIANI guadagna 80mila euro in Provincia. Buona per lui

coco ha detto...

Mi dispiace davvero...soprattutto perchè - vivo a Tradate dall'agosto del 2008; mai sentito anche soltanto nominare la città prima... - non ho mai "interagito" direttamente sul blog...mi dispiace davvero tanto, mi sento in colpa...e parteciperò di sicuro ad una delle prossime riunioni del consiglio comunale della verde (sempre più soltanto in consiglio comunale, purtroppo...) Tradate.

Un ringraziamento - di cuore - all'Altra Tradate, per tutto ciò che avete fatto, suscitato e "smosso".


Grazie.

rocco

Cartolinevaresine ha detto...

Andare avanti...

dopo una lunga asseza ritorna effettivo anche il mio blog,chi avesse foto da voler pubblicare può contattarmi.

Un salutissimo agli amici di altratradate

Anonimo ha detto...

buon pomeriggio Tutto bene con te?Spero di sì! Mi è piaciuto la tua pagina,e mi sono divertito un sacco buona informazione si sta lavorando bene!
Continuate a lavorare duro
grazie
Il mio italiano fa schifo perché sto ancora imparando

Anonimo ha detto...

Ciao , ho appena letto lavoro web nel tuo blog , apprezzare piedi con buona informazione !
Buon lavoro , star bene e Felice anno nuovo Mi scuso per il mio cattivo Italiani!